RICERCA

Il Dipartimento è la struttura di Ateneo in cui si valorizzano e coordinano le risorse umane per le attività di ricerca e di didattica ed è responsabile delle attività di ricerca in settori tra loro coerenti per contenuti e metodi o per obiettivi, nonché dello sviluppo delle competenze per le corrispondenti attività didattiche.

MISSIONE

La missione del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali (DIGSPES) è perseguire l'eccellenza della ricerca negli ambiti scientifici di riferimento e, in particolare, nelle scienze giuridiche, politologiche, economiche e sociali, in stretta interazione con le istituzioni e avendo come costante riferimento le loro domande di conoscenza e di problem solving.
Il valore distintivo del Dipartimento è la multidisciplinarietà, poiché I suoi membri fanno capo in misura bilanciata a tre diverse Aree disciplinari CUN: le Aree 12, 13 e 14.

AMBITI DI RICERCA

Le attività di ricerca del Dipartimento possono essere utilmente illustrate a partire dall'articolazione dello stesso in istituti, che hanno raccolto l'eredità storica dei precedenti Dipartimenti. Tale scelta organizzativa si è dimostrata di grande efficacia, perché ha consentito di non disperdere identità e risorse di cooperazione consolidate, che sempre si dimostrano cruciali nel delicato funzionamento delle comunità scientifiche.
I tre istituti (Sezioni) di fatto raccolgono quattro aree disciplinari: l'Istituto di Scienze Giuridiche ed Economiche (ISGE), che raggruppa i docenti e ricercatori che fanno riferimento alle discipline del Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza e i docenti e ricercatori di area politologica; l'Istituto di Ricerca Sociale, cui afferiscono i docenti e ricercatori attivi nelle discipline sociologiche e, infine, l'Istituto di Politiche Pubbliche e Scelte Collettive (POLIS), cui fanno capo economisti e statistici.
Le interazioni all'interno degli Istituti sono molto elevate e i team che si costituiscono in occasione della partecipazione a bandi riguardano di norma più soggetti interni all'Istituto. Questi gruppi tendono a stabilizzarsi nel tempo e sulla base delle interazioni scientifiche ripetute possiamo individuare alcuni ambiti scientifici distinti.
E' importante rilevare che nel tempo sono via via cresciute le interazioni tra gli Istituti, con uno sviluppo del carattere interdisciplinare della ricerca svolta nel Dipartimento, anche grazie a un processo d'ibridazione dei saperi. Negli stessi progetti di ricerca in risposta a bandi competitivi o in convenzione con enti locali sempre più spesso troviamo insieme giuristi e sociologi, sociologi ed economisti, giuristi ed economisti, ecc.

Ultimo aggiornamento: 23/11/2015 - 08:53