Stage - EMERGENZA COVID 19

Si pregano gentilmente gli studenti di prendere visione di quanto segue.

Stage curriculari CLEA

Per gli Stage di Economia Aziendale, oltre alla informazioni che seguono, consultare anche questa pagina specifica.

Stage curriculari attivati o da attivare in Regione Piemonte 

Con l'entrata nella fase 2 dell'emergenza e la ripresa delle attività di tutti i settori merceologici, l'Ateneo riattiva anche i tirocini CURRICULARI di area NON sanitaria.

Per i tirocini curriculari la posizione dell'Università del Piemonte Orientale è che sia preferibile la modalità a distanza, ma se questa non fosse applicabile è possibile il rientro/avvio in presenza. In questo caso l'ente ospitante dovrà sottoscrivere una dichiarazione di possesso delle condizioni organizzative e sanitarie per poter ospitare tirocinanti in presenza e il tirocinante dovrà, a sua volta, sottoscrivere un'autocertificazione per recarsi presso l'ente ospitante. Anche nei casi in cui il tirocinio fosse in presenza, dove possibile, è preferibile un'alternanza tra attività a distanza e attività in presenza.

In aggiunta alla normale procedura di attivazione, si dovranno utilizzare i modelli in allegato:

- dell'ente ospitante che dovrà sottoscrivere una dichiarazione di possesso delle condizioni organizzative e sanitarie per poter ospitare tirocinanti in presenza (ma anche dichiarare che il tutor aziendale lavora in sede e non in smart working e che il tirocinante non sostituisce personale in maternità, malattia, ferie, lavoratori con ricorso alla Cassa Integrazione);

- del tirocinante che dovrà sottoscrivere un'autocertificazione per recarsi presso l'ente ospitante.

Stage curriculari da attivare in altre regioni 

Contattare l’ufficio stage

Stage post laurea 

Per i tirocini POST LAUREA va rispettata la normativa e le disposizioni regionali della regione dove ha sede l'azienda ospitante.

Anche in questo caso la posizione dell'Università del Piemonte Orientale, in aggiunta alla posizione della regione, è che sia preferibile la modalità a distanza, ma se questa non fosse applicabile è possibile il rientro/avvio in presenza. In questo caso l'ente ospitante dovrà sottoscrivere una dichiarazione di possesso delle condizioni organizzative e sanitarie per poter ospitare tirocinanti in presenza e il tirocinante dovrà, a sua volta, sottoscrivere un'autocertificazione per recarsi presso l'ente ospitante. Anche nei casi in cui il tirocinio fosse in presenza, dove possibile, è preferibile un'alternanza tra attività a distanza e attività in presenza. In aggiunta alla normale procedura di attivazione, si dovranno utilizzare i 2 modelli in allegato.

REGIONE PIEMONTE

A seguito del DPGR n. 63 del 22/5/2020 emanato dalla Regione Piemonte è ora anche possibile l'attivazione di nuovi tirocini extracurriculari sul territorio regionale, ove sia possibile garantire un’organizzazione degli spazi da parte del soggetto ospitante tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e che vengano adottate misure organizzative di prevenzione e di protezione, contestualizzate al settore produttivo di riferimento.

Il DPGR può essere consultato al seguente link: https://www.regione.piemonte.it/web/sites/default/files/media/documenti/2020-05/decreto_presidente_della_giunta_regionale_n._63_-_22_maggio_2020.pdf

Si precisa inoltre, che come da disposizioni della DGR 85/2017, è possibile attivare nuovi tirocini presso aziende che hanno in corso CIG o altre forme di integrazione salariale esclusivamente per mansioni non equivalenti a quelle coinvolte dalla CIG; per le mansioni coinvolte da procedimenti di integrazione salariale è possibile solo riattivare i tirocini sospesi al fine di consentire la conclusione naturale del percorso già avviato. 

E’ necessario, per la ripresa dei tirocini in presenza, acquisire formalmente il consenso di tutti i soggetti coinvolti: a tal fine è pertanto richiesto ad aziende e tirocinanti la compilare I 2 modelli allegati.

Nel caso in cui per le aziende fosse impossibile garantire l'adeguato distanziamento di sicurezza, i tirocini extracurriculari possono anche essere eccezionalmente attivati (o, nel caso di quelli già avviati, continuare) in modalità smart working fino alla fine dello stato di emergenza sanitaria.

REGIONE LOMBARDIA

A partire dal 18 maggio 2020 è possibile attivare nuovi tirocini, e riattivare quelli sospesi per emergenza COVID-19 negli ambienti lavorativi e nei laboratori per i quali non sussistano le restrizioni all’esercizio dell’attività derivanti dalle disposizioni governative.

 La possibilità di attivazione o riattivazione di un tirocinio è inoltre subordinata al rispetto delle condizioni di seguito illustrate. Ai tirocinanti si applicano gli stessi protocolli di sicurezza definiti, a livello nazionale, tra le parti sociali e condivisi normativamente dal Governo con il DPCM 26 Aprile (all.6), integrati, in base ai livelli di rischio, dai documenti tecnici dell’INAIL, previsti per il settore, l’attività e il luogo di lavoro ove è esercitata l’esperienza formativa in tirocinio.

E’ sempre preferibile, anche parzialmente, ricorrere allo smart working.

Per l'attivazione/riattivazione dei tirocini in Lombardia è necessario, oltre alla compilazione dei due modelli allegati,  trasmettere copia del Protocollo aziendale di prevenzione COVID-19 di cui l'azienda si è dotato, ovvero delle Istruzioni operative di Sicurezza eventualmente integrate nel DVR già presente.

Tale disposizione, prevista dalla nota della Regione Lombardia dello scorso 15 maggio, vale sia per gli stage curricolari che per i tirocini extracurricolari.

REGIONE LIGURIA

E' possibile la riattivazione dei tirocini extracurriculari in presenza dal 18 maggio 2020, a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi da parte del soggetto ospitante, tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e che vengano adottate misure organizzative di prevenzione e protezione, contestualizzate al settore produttivo di riferimento.  In caso di impossibilità a garantire adeguatamente le distanze di sicurezza nei locali dell’impresa ospitante, i tirocini extracurriculari potranno eccezionalmente proseguire in modalità di lavoro agile (Smart Working) fino alla cessazione del periodo di emergenza sul territorio nazionale, allo stato indicato nel 31 luglio 2020, come da delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020.