Dottorato di ricerca in Ecologia dei sistemi culturali e istituzionali

Dottorato: Ecologia dei sistemi culturali e istituzionali
Coordinatore: Professoressa Chiara Tripodina
Sede amministrativa:  Università del Piemonte Orientale
Durata: 3 anni

ENG

Descrizione e obiettivi del programma del Dottorato 

Il dottorato di ricerca mira a formare studiose/i che affrontino l’interpretazione dei fenomeni storico-culturali e delle istituzioni come "ecosistemi": sistemi complessi, intessuti di interazioni e scambi, in equilibrio dinamico e continua evoluzione. 

Con questo approccio, teso a valorizzare l’interdisciplinarità e l’integrazione delle competenze umanistiche di tipo linguistico, letterario, storico e giuridico, sarà dato spazio ai temi dell’”ecologia” - intesa come relazione responsabile tra cultura e natura - e della “sostenibilità” - intesa come relazione etica e giuridica nei confronti di un futuro globale comune, sia all’interno delle scienze sociali e umanistiche, sia nelle loro intersezioni con i linguaggi delle scienze dure e della tecnologia. Tra i temi di rilievo: storia della gestione delle risorse ambientali e delle culture dell’ambiente e dei territori, anche in relazione al tema del patrimonio culturale; ecocritica ed ecolinguistica; solidarietà e sostenibilità ambientale, economica, sociale, istituzionale, culturale, intergenerazionale.

Le persone che conseguono il titolo di dottore in Ecologia dei sistemi culturali e istituzionali di ricerca acquisiscono strumenti e competenze per:

  • l'analisi e l’interpretazione critica e comparata di pratiche culturali e istituzionali e di di fonti e testi linguistici, letterari, giuridici e storici, intesi come elementi interrelati in costante evoluzione;
  • l’elaborazione di strumenti e metodologie interdisciplinari in prospettiva applicata.

Curricula

Il dottorato si articola in tre curricula concepiti in stretta relazione:

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Sbocchi occupazionali e professionali previsti sono, in primo luogo, il proseguimento di attività di alta ricerca presso soggetti pubblici e privati, a partire dalle Università. Si mira a formare nuovi profili di esperti, capaci di analisi critica applicabile ai temi della sostenibilità in campo ambientale, socio-economico, istituzionale, culturale, intergenerazionale da spendere nelle istituzioni internazionali, nazionali e locali, nella pubblica amministrazione, nel "terzo settore", nella formazione e nella libera professione.

Per il curriculum linguistico-letterario, la polivalenza della formazione assicura un profilo utilizzabile nel campo della ricerca, dell’istruzione e della formazione, nelle funzioni interculturali, nella pubblicistica e traduzione di testi, nella promozione e organizzazione culturale.

Per quello storico, le competenze acquisite permettono sia l’ingresso nel mondo della ricerca internazionale e anche europea e globale, sia l’applicazione dell’analisi storica in chiave interdisciplinare in contesti ampi (dalla pianificazione, all’educazione ambientale, alla gestione del patrimonio culturale fino alla didattica specialistica e alla comunicazione). 

Per quello in "Democrazia sostenibile e solidale" saranno formati nuovi profili di esperti del diritto con attenzione ai temi della solidarietà, con particolare riguardo al tema degli strumenti di contrasto alle nuove povertà, e della sostenibilità nelle scelte politiche in campo ambientale, socio-economico, istituzionale, culturale, intergenerazionale.

Collegio docenti

Il collegio docenti è composto da docenti dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, in particolare del Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze politiche, economiche e sociali (DIGSPES) di Alessandria, del Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM) di Vercelli e con quello di Studi per l’Economia e l’Impresa (DISEI) di Novara, nonché di docenti di altre università italiane (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano-Bicocca, Torino, Valle d'Aosta) e straniere (Universidad del Litoral, Santa Fe (Argentina), Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne (Francia), Université de Savoie Mont Blanc (Chambéry, Francia), Uniwersytet Warszawski (Polonia), Universidad Pablo de Olavide,  Sevilla (Spagna), Universitat de Barcelona (Spagna), Monmouth University (USA), Ohio State University (USA), Wake Forest University (USA), University of West Virginia (USA)) 
Cooperazioni e interdisciplinarietà: il dottorato collabora con il Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze politiche, economiche e sociali (DIGSPES) di Alessandria, il Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM) di Vercelli e con quello di Studi per l’Economia e l’Impresa (DISEI) di Novara e gli altri dipartimenti UPO delle scienze della natura per approfondire argomenti su questioni ambientali, diritto della salute e bioetica. La rete di collaborazione si estende anche ad altri Atenei (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano-Bicocca, Torino, Valle d'Aosta). Il dottorato persegue una strategia di rafforzata interdisciplinarietà, in cooperazione con alcuni Centri di ricerca dell’Ateneo, in particolare il Centro Diritto e Storia costituzione (DISCO), e il Centro Marinone, e con centri e imprese esterne all’Ateneo (con l’impresa D.O.C. s.c.s., con ANCI, con l’Accademia della Crusca per il VoDIM e per ArchiDATA, con il centro Casalis).

Internazionalizzazione

Il dottorato persegue inoltre una forte strategia di internazionalizzazione. Si promuovono co-tutele con università estere nonché stages e periodi di ricerca in università estere.
Sono attive collaborazioni con Université de Toulon (Francia), Max-Planck. Institute for International and Comparative Public Law (Germania), National Law University New Delhi (India), Université de Savoie Mont Blanc (Chambéry, Francia), Universidad de Salamanca (Spagna), Universidad de Santiago de Compostela (Spagna), nonché collaboraozini con le università a cui afferiscono i docenti di università straniere ((Universidad del Litoral, Santa Fe (Argentina), Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne (Francia), Université de Savoie Mont Blanc (Chambéry, Francia), Uniwersytet Warszawski (Polonia), Universidad Pablo de Olavide,  Sevilla (Spagna), Universitat de Barcelona (Spagna), Monmouth University (USA), Ohio State University (USA), Wake Forest University (USA), University of West Virginia (USA).

Curricula

Il dottorato si articola in tre curricula:
•    Democrazia sostenibile e solidale: diritti, doveri e istituzioni (presso il Digspes, responsabile prof.ssa Chiara Tripodina). Visita la sezione dedicata sul sito del DIGSPES
•    Tradizioni linguistico-letterarie (presso il Disum, responsabile prof. Marco Pustianaz). Visita la sezione dedicata sul sito del DISUM
•    Scienze storiche (presso il Disum, responsabile prof. Vittorio Tigrino). Visita la sezione dedicata sul sito del DISUM

Per informazioni puoi contattare il Settore Ricerca/Dottorati e Assegni di ricerca di Ateneo: Mario Repole - mario.repole@uniupo.it - tel: 0161261522- fax: 0161211369

In allegato, la Scheda completa del dottorato, con elenco dettagliato dei docenti e dei settori disciplinari coinvolti.