DRASD - OPAL n.4 - 5/2014

La vastità delle aree e quella dei problemi della loro sistemazione

di Jörg Luther


La legge regionale non può attribuire ai comuni il potere di approvare, in via definitiva, i piani attuativi dello strumento urbanistico generale. Annotazione alla sentenza della Corte costituzionale n. 272/2013

di Nicola Dessì 


All’affidamento in house dei servizi di pubblica utilità, possono ricorrere anche piccoli comuni con quota minima di capitale e privi di rappresentante negli organi direttivi. Annotazione alla sentenza del T.A.R. Lombardia, Sezione di Milano, N. 2

di Nicola Dessì


Solo i comuni possono individuare al loro interno le zone in cui collocare le farmacie. Annotazione a sentenza della Corte costituzionale n. 255/2013

di Nicola Dessì


La legge statale non può imporre la gratuità degli incarichi nelle comunità di valle delle province di Trento e Bolzano. Annotazione a sentenza della Corte costituzionale n. 263/2013

di Nicola Dessì


Annotazione alla Sentenza del T.A.R. Sicilia n. 17 del 09.01.2014 sui commissariamenti delle Province Regionali siciliane.

di Luca Beccaria


L’inammissibilità costituzionale del referendum sul “Taglia Tribunali”


La discussione sulle autonomie territoriali nella commissione per le riforme costituzionali del Governo Letta


Il diritto di subentro al familiare assegnatario nell'edilizia residenziale pubblica. Annotazione alla sentenza del Consiglio di Stato n. 5579/2013

di Elena Ponzo


Legittimo tagliare gli stipendi dei dipendenti pubblici senza contratto collettivo. Annotazione alla sentenza della Corte costituzionale n. 310/2013

di Elena Ponzo


E’ Illegittima la ricollocazione di fondi regionali destinati al settore sanitario per funzioni diverse: Annotazione alla sentenza della Corte Costituzionale n. 241/2013.


Le autonomie locali sono tenute ad attuare il diritto al cibo adeguato dei cittadini europei ? Commento a risoluzione assemblea parlamentare del Consiglio D’Europa n. 1957/2013 adottata il 3 ottobre 2013

di Maria Bottiglieri


Il fragile sistema del t.p.l. piemontese rischia di essere travolto dall'ordinanza n. 31-2014 del T.A.R. Piemonte.

di Marco Comaschi