2013/2014: Master universitario di I° livello in Fundraising per il settore socio-sanitario - MaFuss (edizione unica)

Con la collaborazione della FONDAZIONE NUOVO OSPEDALE ALBA-BRA ONLUS

La gioia del donare, la competenza nel raccogliere

La figura del fundraiser professionista, diffusa in molti Paesi, in Italia ha mosso i primi passi in ambito umanitario, affermandosi poi anche in altri settori. I grandi mutamenti della società e i problemi della finanza pubblica centrale e locale influiscono in modo decisivo sul sistema dei servizi sociali e sanitari. Nuovi sistemi organizzativi, nuove forme di partnership pubblico-privato (profit/nonprofit), nuove modalità di produzione ed erogazione dei servizi, rendono necessario il reperimento di risorse economico-finanziarie aggiuntive. Il fundraiser è l'operatore in grado di facilitare l'incontro tra i donatori -- istituzioni, persone fisiche, imprese -- e i soggetti che prestano i servizi socio-sanitari. 

Il Master forma questi "professionisti del dono" sviluppando un nuovo approccio che persegue l'acquisizione della conoscenza e la padronanza degli strumenti e delle migliori e più innovative tecniche, con l'obiettivo di costruire e fidelizzare relazioni efficaci tra i donatori, gli enti gestori dei servizi e i beneficiari degli stessi.

La formazione teorica è affiancata da lezioni magistrali e laboratori con i nomi più importanti del settore nazionale, nonché da una sessione internazionale con ospiti stranieri che si confronteranno sui temi chiave e sulle sfide del Fundraising per fornire un'idea complessiva dei trend che caratterizzeranno il panorama della raccolta fondi nei prossimi anni.

E' previsto uno stage di 150 ore per la sperimentazione dal vivo di quanto appreso nei mesi in aula.

Direttore del master: Prof. Alberto Cassone

Luogo di svolgimento del corso: Campus Universitario di Altavilla, presso la Casa Diocesana e/o per Ritiri Spirituali "Altavilla" - loc. Altavilla 29, Alba (CN).
La struttura è situata a 2 km dal centro di Alba (Cn). 


​A chi si rivolge

Il Master si rivolge al personale dipendente e ai collaboratori di Aziende sanitarie locali, Aziende Ospedaliere, Case di riposo, consorzi socio-assistenziali, settore della cooperazione sociale, Consorzi socio assistenziali e altri Enti e organizzazioni di volontariato interessati, nonché ai laureati di corsi di laurea nel campo economico, giuridico, sociologico, sanitario e di altre discipline desiderosi di acquisire competenze nel settore del Fundraising, in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio o equipollenti: laurea triennale, laurea specialistica o magistrale, laurea magistrale a ciclo unico, laurea vecchio ordinamento.


Profili professionali e sbocchi lavorativi

Formazione di figure professionali capaci di operare, con compiti di collaborazione e/o di direzione, alle attività di Fundraising nel campo socio-sanitario, con particolare riferimento a:


  • Aziende sanitarie pubbliche
  • Ospedali pubblici e privati gestiti da organizzazioni nonprofit
  • Case di riposo e RSA
  • Hospice e case di cura
  • Cooperative sociali che gestiscono servizi sociali diurni o residenziali
  • Associazioni ed enti che gestiscono residenze assistite per disabili, anziani, persone affette da patologie psichiche, minori in stato di disagio, ecc
  • Consorzi di cooperative sociali
  • Reti territoriali di organizzazioni nonprofit
  • Consorzi socio assistenziali
  • Associazioni di volontariato

Titolo di studio rilasciato

Ai candidati che abbiano rispettato l'obbligo di frequenza e abbiano superato la prova finale e le prove intermedie verrà rilasciato il titolo di Master Universitario di I livello in "Fundraising nel Settore Socio-Sanitario" con 60 CFU.


Durata e organizzazione del percorso formativo 

Il master dura 1 anno (dal gennaio 2014 a novembre 2014). E' organizzato in 16 moduli che comprendono lezioni magistrali, laboratori, esercitazioni per un totale di 1500 ore di formazione, di cui 150 ore di stage per un totale di 60 CFU.

Le ore di lezione comprendono lezioni frontali e lectio magistralis ed esercitazioni.

Il project work (seguito da un tutor) prevede lo sviluppo, all'interno del proprio Ente o organizzazione (oppure, in strutture individuate appositamente) dell'attività di Fundraising mediante l'individuazione delle possibili fonti di finanziamento e l'elaborazione di un piano di raccolta.

Modalità di attestazione della frequenza: la frequenza è obbligatoria e viene accertata mediante registro presenze e firma di frequenza. Il conseguimento del titolo ha per condizione necessaria la presenza ad almeno il 75% delle ore di lezione.

Verifiche intermedie del profitto: di norma ogni 3-4 moduli gli iscritti dovranno redigere un rapporto che sarà oggetto di valutazione che può prevedere anche l'analisi di un caso di studio.

Contenuti, caratteristiche ed eventuale numero di crediti della prova finale: al termine del percorso formativo il candidato sarà sottoposto ad una prova finale, corrispondente a 4 CFU, consistente nella redazione di un piano di Fundraising, che sarà oggetto di valutazione, integrato dalla relativa strategia di comunicazione e marketing online e offline, suscettibile di effettiva sperimentazione.


Programma formativo

  • I modulo (23/25 gennaio 2014): Antropologia e filosofia del dono

Docenti: Lorenzo Biagi, Pier Luigi Porta, Alberto Cassone Testimonianze di Nerina Dirindin e Giovanni Monchiero
Definizione del perimetro ideale all'interno del quale si muove il Fundraising. 
Antropologia, filosofia ed economia del dono, con riferimento in particolare alle motivazioni endogene del donatore e del contesto/comunità nel quale questo si muove.

  • II modulo (13/15 febbraio 2014): Principi di Fundraising

Docenti: Luciano Zanin, Simona Biancu
Il concetto di Fundraising, la piramide del Fundraising, i mercati, la cultura della raccolta fondi e la creazione della rete.

  • III modulo (27 febbraio/1 marzo 2014): Prepararsi al Fundraising

Docenti: Luciano Zanin, Simona Biancu
L'analisi SWOT e PEST per la definizione dell'organizzazione e del contesto all'interno del quale opera, la definizione di mission e vision per le onp, il Documento della Buona Causa, le strategie di Fundraising (modello CIVES), l'organizzazione di un ufficio di Fundraising.

  • IV modulo (13/15 marzo 2014): Strumenti giuridici per il Fundraising

Docenti: Carlo Mazzini, Paolo Duranti
Analisi della normativa giuridico-fiscale per il nonprofit, con riferimento specifico anche alla P.A. e la presentazione di case history italiane.

  • V modulo (27/29 marzo 2014): Coaching per lavorare con i volontari per il Fundraising

Docenti: Silvia Toffolon
Case History: Mariangela Capiello (Telethon) e Jessica Bianchetti (Fondazione Fibrosi Cistica).
Coaching e team building.

  • VI modulo (10/12 aprile 2014): Gli strumenti per il Fundraising per operare con le fondazioni

Docenti: Alberto Cassone, Bernardino Casadei, Nicola Corti
Case History: Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e Fondazione Miroglio. Introduzione del giurista Luigi Carosso.
Panoramica sulle fondazioni di origine bancaria, fondazioni di famiglia, fondazioni di impresa, fondazioni di comunità.

  • VII modulo (8/10 maggio 2014): I lasciti testamentari

Docenti: Stefano Malfatti, Luciano Zanin, Fabrizio Donotti
Propensione al dono post mortem, ideazione, progettazione, realizzazione campagna di lasciti, piattaforme online + testimonianza di una persona in vita che ha disposto testamento a favore di una onp.

  • VIII modulo (22/24 maggio 2014): Il database per il Fundraising socio-sanitario: aspetti tecnici e etici nel trattamento dei dati

Docenti: Leonardo Falduto, Tiziana Minella
Database, disciplina della privacy.

  • IX modulo (5/7 giugno 2014): Gli strumenti del Fundraising per operare con le persone

Docenti: Roberto Zanola, Simona Biancu, Cristina Delicato, Alessandra Delli Poggi
Il modulo affronterà tutta la tematica del Fundraising da individui, fino ai grandi donatori: come selezionare il target, il direct marketing per l'acquisizione/coltivazione dei donatori, la cura della relazione, scalare la piramide, i grandi donatori.

  • X modulo (19/21 giugno 2014): La raccolta fondi online

Docenti: Davide Moro, Giulia Barbieri, Valeria Vitali
I social network per il Fundraising, il Fundraising online (gestione sito, blog, e-mailing), il crowdfunding e piattaforme di donazione + app per smartphone.

  • XI modulo (3/5 luglio 2014): Gli strumenti del Fundraising per operare con le imprese: dalla filantropia alla partnership

Docenti: Roberto Zanola, Cristina Delicato, Alessandra Delli Poggi
Testimonianze dei soci imprenditori della Fondazione Nuovo Ospedale
Partnership e CSR, gli strumenti per il corporate (CRM, secondment Fundraising, employer fundraising - payroll giving, 5 per mille - sponsorship, matchgiving).

  • XII modulo (4/6 settembre 2014): Rendicontazione e accountability

Docenti: Alberto Cassone, Lorenzo Sacconi
Il bilancio sociale e di missione, strumenti di rendicontazione e accountability, i network per rendicontare.

  • XIII modulo (18/20 settembre 2014): Public speaking e l'arte di "negoziare" con il donatore

Docenti: Alberto Cassone, Ferruccio Ponzano
Public speaking, relazionarsi con il potenziale donatore. Esercitazione.

  • XIV modulo (2/4 ottobre 2014): Marketing e comunicazione per il Fundraising

Docenti: Leonardo Falduto
Testimonianza di Oscar Farinetti
Principi del marketing, marketing tradizionale e web, piano di marketing e comunicazione + sviluppare piano di marketing.

  • XV modulo (16/18 ottobre 2014): Il piano di Fundraising: ideare, progettare, pianificare e implementare

Docenti: Luciano Zanin, Simona Biancu, Guya Raco
Pianificazione, budgeting. Tavola rotonda 'Il Fundraising in Sanità'.

  • XVI modulo (6/8 novembre 2014): Sessione internazionale e consegna diplomi

Docenti: Alberto Cassone e altri (ancora da definire)


Orari del corso

Le lezioni sono dal giovedì pomeriggio al sabato mattina, con i seguenti orari:


  • Giovedì 14,00-18,00
  • Venerdì 9,00-13,00; 14.00-18,00
  • Sabato 9,00-13-00

Criteri di selezione

Per iscriversi al corso è necessario essere in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio o equipollenti: laurea triennale, laurea specialistica, laurea magistrale, laurea vecchio ordinamento.

Il Master prevede un minimo di 15 e un massimo di 25 iscritti, per garantire un'adeguata qualità nella didattica.

Gli aspiranti studenti saranno selezionati sulla base del curriculum vitae (attinenza del diploma di laurea alla specificità del Master, voto di laurea, esperienza professionale, titoli ulteriori rispetto a quello necessario per l'accesso al corso etc.), e di un colloquio (eventualmente a distanza) volto ad accertare le motivazioni e l'attitudine specifica. Il peso attribuito ai titoli e al curriculum vitae è pari a 40 punti, quello attribuito al colloquio è 60 punti.
La Commissione selezionatrice è costituita dal Direttore del Master e da due docenti individuati dopo il conferimento delle docenze.

La quota di partecipazione è pari a 3.500 euro, pagabile in due rate:


  • 2.500 euro entro il termine previsto per l'iscrizione (10 gennaio 2014)
  • 1.000 euro entro il 31 maggio 2014

 

Articolo del 23/01/2014 pubblicato sul Quotidiano on line della Provincia di Cuneo http://www.targatocn.it 
Ad Alba il primo master per i “professionisti del dono” (anche in versione .pdf fra gli allegati della pagina).

Conferenza stampa del 23/01/2014: vedi presentazione del master su YouTube


Sostenitori


Fondazione Nuovo Ospdale Alba Bra
Università del Piemonte Orientale 'Amedeo Avogadro'
Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali - DiGSPES
Istituto di Politiche Pubbliche e Scelte Collettive - POLIS
Econometica
Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo