Master in Economia, Innovazione, Comunicazione e Accoglienza per l’impresa turistica

Il master è organizzato in collaborazione tra il Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economiche e Sociali, dell’Università del Piemonte Orientale e ALEXALA– Agenzia di Accoglienza Turistica della Provincia di Alessandria 

In breve

Obiettivo del master è quello di formare persone dotate delle conoscenze e delle competenze necessarie per gestire imprese turistiche e quindi di lavorare presso tour operator o altre organizzazioni ed enti del settore, e di svolgere attività di consulenza sul territorio e per le pubbliche amministrazioni.
Il percorso didattico è stato costruito a partire dalla letteratura sulle esigenze formative per il turismo (si veda ad esempio il rapporto OCSE http://www.oecd.org/cfe/tourism/studiocsesulturismoitaliaanalisidellecriticitaedellepolitiche.htm ).
Il master vuole prima di tutto formare persone capaci di ascoltare il turista, di comprenderne le esigenze, gli interessi, i bisogni e gli aspetti che lo rendono soddisfatto e di rispondere alle sue esigenze con la costruzione di proposte turistiche e culturali. Queste competenze devono, però, accompagnarsi a basi economiche ed aziendali.
Il corso prevede allora una forte attenzione a competenze e capacità necessarie per lavorare nel settore turistico: comunicazione, ascolto, analisi, verifica di ipotesi, capacità decisionale, conoscenza dei meccanismi di cambiamento organizzativo, soddisfazione del cliente e vendita. Queste capacità personali sono integrate dalle conoscenze specifiche sul settore turistico e sulla gestione delle imprese: il funzionamento dei mercati, le caratteristiche dei prodotti, le sfide per le imprese e gli operatori, le opportunità e i rischi, le strategie tipiche, i problemi nella gestione del personale. Alle più tradizionali lezioni su argomenti economici, aziendalistici, di marketing e diritto, questo master affianca temi cognitivi, psicologici, una forte attenzione alla comunicazione e alla narrazione.
Rispetto ad altre iniziative concorrenti infine, qui c’è una forte attenzione alla dimensione locale del turismo e alle relative opportunità imprenditoriali.
Il master è completato da una o più esperienze di stage, costruite insieme allo studente, in modo da dargli modo di apprendere sul campo, di applicare le competenze acquisite e di mostrare alle imprese stesse le proprie potenzialità. Lo stage vuole rappresentare anche uno strumento di dialogo con il mondo del turismo, in modo da permettere una contaminazione reciproca. Per questo motivo il master sta stringendo una serie di convenzioni con importanti imprese, associazioni e altri operatori del mondo turistico, a livello nazionale e locale. Le convenzioni saranno annunciate in una conferenza stampa a metà settembre.
Le finalità didattiche sono perseguite anche con la giusta metodologia (molti esercizi, simulazioni di scelte, confronti e presentazioni) e con una forte attenzione alla scelta dei docenti. 

Organizzazione, tempi e date

Il master dura un anno; inizia a dicembre 2016 e termina entro novembre 2017.
L’organizzazione del corso è pensata per favorirne la frequenza anche a distanza, con la maggior parte delle lezioni on line e con le ore in presenza concentrate in pochi giorni (in settimana) e in orari, che per quanto possibile, terranno conto delle esigenze degli studenti. 
Le lezioni si tengono ad Alessandria, presso la sede del DIGSPES (Palazzo Borsalino) o di ALEXALA.

Iscrizione e costi

Possono presentare domanda di ammissione al corso coloro che abbiano conseguito la laurea triennale, magistrale, o titolo equipollente. Costituiranno requisiti preferenziali di ammissione al corso, possedere il diploma di laurea in Promozione e Gestione del Turismo, laurea in Economia Aziendale, laurea in Scienze Politiche. Costituisce titolo preferenziale anche avere esperienza lavorativa nel settore turistico.
Possono presentare domanda e iscriversi sotto condizione, anche laureandi che conseguano il titolo entro il 30 novembre 2017. 
Al master possono partecipare, in qualità di uditori, coloro che abbiano conseguito un diploma di scuola secondaria superiore.
La quota di iscrizione è di 1.300,00 euro da versare in due rate. La quota di iscrizione per gli uditori è pari a 900 euro.

Il direttore del master è il professor Marco Novarese.
Per informazioni: marco.novarese@uniupo.it
Telefono e whatsapp 3397128148

Per il bando completo e per tutte le informazioni relative all'iscrizione consultare la pagina dedicata sul sito d'ateneo.

In dettaglio

Obiettivo del master è quello di formare persone capaci di gestire imprese turistiche, all’interno delle stesse o come consulenti.
Un recente report dell’Ocse sul Turismo (in sostanziale accordo con altri studi sul settore) in Italia evidenza i vari problemi del settore, oltre alle sue potenzialità. Tra i vari limiti c’è anche quello della formazione che dipende anche dalla mancanza di un più vasto sistema economico e sociale di supporto alla stessa. Molte realtà italiane sono condotte a livello familiare e hanno dimensioni ridotte e quindi non sono sempre in grado di avere un dirigente con una formazione adeguata e quindi sono gestite in maniera tradizionale, con una scarsa attenzione al marketing, al web, e anche alla cultura dell’accoglienza. 
Una capacità fondamentale che sembra mancare al settore turistico è quella di comprendere il turista, riuscire ad attirarlo e soddisfarne le esigenze. La capacità di comunicare è essenziale nel rapporto diretto, ma più in generale l’impresa turistica deve sapere ascoltare, capire il cliente e comunicare le proprie caratteristiche, in modo da farsi notare. Il manager turistico deve comprendere le capacità comunicative anche per selezionare il personale più adatto e guidarlo a livello pratico.
A partire da questi stimoli, il master si propone di offrire una visione completa del settore, a partire dalla scelta del turista, alle prospettiva delle aziende. Oltre alla visione dei grandi operatori del settore, il master vuole occuparsi della dimensione locale, collaborativa e diffusa del turismo e sulle prospettive imprenditoriali.
A tal fine, il master intende sviluppare:

  • l’interazione tra la conoscenza teorica e il sapere pratico e quindi la capacità di fare sistema tra le università e gli attori del settore in modo da orientare l’offerta formativa alla domanda ma anche di stimolare le imprese verso modelli e competenze  innovativi;
  • l’interazione tra ricerca e formazione, in modo da fornire ai responsabili del settore turistico informazioni aggiornate sulle tendenze del turismo e del consumo e sulle novità  a livelli diversi (tecnologia, legge, modelli di comportamento) e stimoli ad innovare e ad adattarsi agli standard più elevati (gli studenti collaboreranno ad attività di ricerca);
  • la capacità di coinvolgere livelli diversi della filiera ,oltre alla dirigenza Il forte impiego di personale stagionale è un altro limite allo sviluppo di una formazione e di una cultura dell’accoglienza adeguate alla competizione internazionale); i manager devono essere in grado di occuparsi della formazione del personale, oltre che del proprio aggiornamento;
  • una maggiore interdisciplinarità e attenzione agli sviluppi tecnologici, oltre che alla psicologia del turista, in modo da riuscire a seguire, se non anticipare le richieste del mercato.

La formazione è completata da una o due esperienze di stage (in sedi differenti: azienda turistica, agenzia di viaggio, tour operator, ente di promozione del turismo …) oltre che da altre visite in realtà turistiche locali e dall’organizzazione di un evento) e dalla scrittura di un elaborato breve con proposte di organizzazione e marketing. L’elaborato sarà seguito da un docente e da un esperto esterno.
Le lezioni saranno tenute da docenti universitari affiancati, almeno per alcune lezioni, da operatori del settore. Alcune lezioni saranno svolte a distanza (per facilitare la partecipazione degli studenti e per mostrare come la tecnologia può essere utilizzata nella quotidianità operativa); altre saranno svolte in aula, nei fine settimana (da venerdì a domenica). 
All’interno del master gli studenti saranno chiamati a prendere decisioni, simulate o reali, in modo da sviluppare l’abitudine ad assumersi responsabilità.